Cellule staminali dell’uva: proprietà e benefici

Fin dai tempi antichi l’uva è considerata un elisir di lunga vita. Che sia in ambito farmaceutico e/o cosmetico l’uva e i suoi estratti vengono utilizzati da sempre per i benefici che apportano a 360 gradi all’organismo e alla pelle.

L’uva è un cocktail di attivi straordinari. Al suo interno sono contenuti polifenoli, per eccellenza gli antiossidanti migliori nel combattere i radicali liberi, ripulire l’organismo dagli stress ossidativi e di conseguenza rallentare l’ invecchiamento cellulare.

Un altro attivo interessante presente nell’uva è il resveratrolo, la cui azione attiva una particolare proteina che blocca i geni responsabili dell’invecchiamento cellulare e del danneggiamento dell’epidermide.

Al suo interno troviamo anche un ricco pool di vitamine tra cui: A, B, C, B1, PP, B3, B5, B6, E, K, tutte responsabili del mantenimento dell’epidermide insieme ai 20 amminoacidi essenziali a farne da pilastro

A completare la lista di attivi importanti troviamo carotenoidi e un mix di sali minerali: potassio, ferro, fosforo, calcio, manganese, magnesio, iodio, silicio, cloro.

Cellule staminali dell’uva: come si usano nella cosmesi

La scelta di utilizzare cellule staminali d’uva all’interno di formulazioni cosmetiche è strategica perché agiscono su diversi fronti, rafforzando la nostra barriera protettiva preservandone l’invecchiamento.

Nonostante non ci siano ancora, ad oggi, degli studi sull’efficacia dal punto di vista scientifico, diverse ricerche cliniche hanno evidenziato attività straordinarie sulle cellule staminali vegetali dell’uva. In particolare, hanno riscontrato un’azione detox sulla pelle che è esposta quotidianamente a smog, inquinamento, polveri sottili e stress emotivo. Inoltre, modulano l’azione dei raggi uv e proteggono le cellule epidermiche dall’ossidazione dei radicali liberi.

Ma la funzione più straordinaria la hanno quando riparano la cute, grazie all’azione dei meristemi dell’uva, aumentando l’idratazione e di conseguenza l’elasticità per un viso luminoso e bello. Quando parlo di cellule staminali nello specifico faccio appunto riferimento alle cellule meristematiche dell’uva.


Meristemi dell’uva: cosa sono, proprietà e benefici

I meristemi sono costituiti da tessuti di cellule indifferenziate che proliferando generano poi i tessuti definitivi. Questo vuol dire avere terreno fertile per continuare a rigenerarsi e crescere per l’intera durata della sua vita. Utilizzandoli sulla nostra pelle facciamo sì che lo stesso processo che avviene nella pianta si riporti a livello epidermico; una riparazione cellulare dei nostri tessuti dermici costante.

Vitis vinifera fruit meristem cell culture

Per l’utilizzo sono stati selezionati acini acerbi di uva che hanno un elevato contenuto di cellule estremamente vitali, cellule ricche in fenoli e resveratrolo maggiormente stabili e altamente biodisponibili, dote che scarseggia nelle normali cellule staminali.

Si tratta di un principio attivo innovativo con un’elevata rapidità di azione che reagisce prontamente con i radicali liberi che si formano sulla cute a causa di fattori endogeni (stress, fumo, ecc..) ed esogeni (vento, sole, inquinamento).


Alkemy 2.4 Recovery Serum e le cellule staminali dell’uva

Combatti i radicali liberi e rigenera la tua pelle giorno dopo giorno in maniera naturale con il nostro Alkemy 2.4 recovery serum che combina efficacia e comfort ripristinando le difese naturali della pelle durante le ore notturne.

In questo siero troviamo un mix di ingredienti di derivazione naturale al 99,4%, scelti e dosati per creare un vero elisir innovativo. Le cellule staminali da uva, l’alta percentuale di acido ialuronico in sinergia con lattobacilli, olio di buriti e vitamina E potenziano la rigenerazione cellulare con un’eccellente azione antiossidante. Notte dopo notte, al risveglio la pelle del viso appare visibilmente più riposata, rigenerata e idratata. Linee e rughe appaiono notevolmente attenuate.

Carrello

Non è possibile acquistare altri prodotti

Il tuo carrello è vuoto.

IT
IT