Aggiungi al carrello Coming soon Non disponibile Acquista Vai al carrello Chiudi il carrello Il tuo carrello è vuoto Continua a navigare qui

Ecco come prendersi cura del contorno occhi ed eliminare borse e occhiaie

Postato da Teresa Ingino

Personalmente ho sempre avuto un’attenzione particolare per una zona estremamente importante come il contorno occhi. Per me, è essenziale curare molto questa area del viso, visto che si parla con lo sguardo.

I primi trattamenti di bellezza dedicati a questa zona delicata del viso arrivano dall’antico Egitto, tra i più grandi produttori di creme e pomate custodite in preziosi vasetti e realizzate con materie prime pregiate del delta del Nilo.

Per gli Egizi, ma soprattutto per le donne dei faraoni, gli occhi erano infatti la parte più importante del corpo e la massima espressione dell’animo. Basti pensare che a seconda del trucco che si riservava a questa parte del volto, si stabiliva il ceto sociale.

Per combattere le rughe (anche nella zona perioculare), quindi, stendevano sul viso e resto del corpo una miscela di creme a base di natron, alabastro, miele, cera d’ api e olio d’oliva amalgamato a sale marino. Per contrastare i cedimenti della pelle, invece, applicavano per ben sei giorni consecutivi una crema composta di cera d'api, incenso, olio di oliva amalgamati con del latte fresco. 

La zona perioculare, cioè la zona che circonda l’occhio, è caratterizzata da pelle fragile, delicata e sensibile. La cute in questa particolare parte del viso ha un epitelio particolarmente sottile, con uno spessore di circa 0.004 mm (che in altre aree arriva fino ad 1 mm), regolata da circa 22 muscoli.

Per questo motivo, quest’area va trattata in maniera diversa e con prodotti specifici ma soprattutto adatti. 

Personalmente, mi prendo cura della zona intorno all’occhio mattino e sera, particolarmente delicata soprattutto con l’avanzare dell’età, per evitare la comparsa di segni d’espressione o inestetismi vari. 

Borse e occhiaie: come eliminarle? 

Le borse vengono spesso confuse con gonfiori dovuti a stress, stanchezza, poco sonno, allergie e ridotto drenaggio di liquidi causato da un cattivo microcircolo.

Le borse vere e proprie, invece, non sono altro che un eccesso di grasso a volte dovuto a predisposizione genetica e costituzionale, che molto spesso richiede un intervento chirurgico. In alternativa, le creme per questi ultimi problemi possono sicuro avere una funzione preventiva e di mantenimento del benessere di questa area.

Occhi scavati, cerchiati, colore grigio-blu: che disastro! Questo purtroppo è l’aspetto con cui si presentano le occhiaie, dovute a problemi vascolari e del microcircolo o, a volte, a stanchezza e anemie.

Negli anni Sessanta sono nati i primi cosmetici specifici per il contorno occhi e, con il passare degli anni, l’offerta di prodotti di questo tipo è decisamente aumentata.

Da farmacista ritengo che una crema da applicare vicino ad una zona delicata come quella degli occhi non debba essere tossica, chimica, non debba contenere profumi di sintesi, pigmenti solubili in acqua e conservanti.

Per questo motivo per noi di alkemy è importante la scelta delle materie prime utilizzate.

 

La perfetta routine di bellezza per il tuo contorno occhi

 Con il polpastrello dell’anulare (il dito che esercita la giusta pressione, perché dotato di una muscolatura molto leggera)  preleva una piccola quantità di crema contorno occhi, distendila anche sul polpastrello dell’altro anulare e applicala all’altezza dell’osso sottostante l’occhio, dall’interno verso l’esterno. Picchietta il prodotto con estrema delicatezza, per favorire il drenaggio dei liquidi in questa area, per sgonfiare i ristagni e aprire lo sguardo.

Sfiorando l’osso posto sotto l’occhio, sempre dall’interno verso l’esterno e verso l’alto (coinvolgendo anche le palpebre mobili molto spesso aride e secche), si attenuano le occhiaie e si stimola il microcircolo l’ossigenazione dei tessuti.

Per evitare di danneggiare questa zona del viso così delicata, inoltre, bisogna sempre ricordarsi di proteggere gli occhi dal sole durante tutto il corso dell’anno: mai dimenticare di mettere gli occhiali da sole al mare, in montagna e in tutte le occasioni in cui l’irradiazione è più intensa e si trascorre più tempo all’aria aperta.

Ecco invece un piccolo trucco per quando hai bisogno di decongestionare gonfiori accentuati e marcati: bagna leggermente un piccolo cubetto di ghiaccio sotto l’acqua corrente e passalo sull’area interessata, che inizierà a sgonfiarsi.

alkemy Es 3.2 serum: un must-have per uno sguardo giovane e riposato

 Ricco di vitamine A e K, clorofilla, ficocianine, calcio, magnesio, potassio e ferro, il serum ES 3.2 elimina in modo naturale l’eccesso di liquidi nella zona perioculare e combatte le occhiaie.

Il fosfatiliniositolo, presente in grandi quantità nell’euglena gracilis, è un decongestionante per eccellenza in caso di gonfiori ed edemi, mentre la ficoeritrina contenuta nella Red alga gel (che fa la fotosintesi fino a 180 metri sott’ acqua) idrata e nutre in profondità, riparando la zona perioculare e il resto dell’ovale del viso.

 

 

Teresa Ingino

Dott.ssa in Farmacia laureata presso l’Università degli studi di Salerno. Specializzata in dermocosmesi : La bellezza estetica legata al benessere integrale.



Leggi anche

← Post meno recenti Nuovi post →