Aggiungi al carrello Coming soon Non disponibile Acquista Vai al carrello Chiudi il carrello Il tuo carrello è vuoto Continua a navigare qui

Tutte le proprietà della microalga Klamath, la regina dei superfood

Postato da Valter Gambone

Chiudiamo la nostra piccola rassegna sui superfood con la microalga Klamath che, anche se non italiana, è definita la regina dei superfood per la potenza dei suoi componenti, il suo carattere selvatico e l’unicità delle condizioni ambientali e climatiche in cui cresce e si riproduce spontaneamente.

La microalga verde-azzurra Klamath è l’ultimo supercibo selvatico presente sul pianeta. Vive e si riproduce solo nell’omonimo lago dell’Oregon in condizioni ambientali e climatiche assolutamente uniche. Il Klamath è un lago praticamente incontaminato, alimentato da fiumi e ruscelli densi di materiale vulcanico e con un fondo i cui depositi di minerali biodisponbili arrivano anche fino a 10 metri di altezza. Fa parte di un’area naturale protetta, il cui clima combina ben 300 giorni di sole l’anno, con eccezionali opportunità fotosintetiche. Gli inverni freddi costringono l’alga a produrre gli importantissimi acidi grassi essenziali Omega 3 e Omega 6. Il carattere primordiale della microalga, che raccoglie in sé caratteristiche sia vegetali che animali, porta alla quasi perfezione del suo profilo nutrizionale.

Comparsa sulla Terra circa 3 miliardi e mezzo di anni fa, la Klamath (Aphanizomenon flos aquae, o “invisibile fiore d’acqua”) ha origini antichissime e un profilo di nutrienti e di molecole accessorie di indiscutibile valore biologico, il cui ruolo è stato ripetutamente confermato dalla ricerca scientifica moderna.

Grazie alle acque dolci del lago, è estremamente sicura anche nei soggetti che non tollerano apporto di sodio o di iodio marino. Contiene elevate percentuali di proteine, dal 59% al 65%, tutti e 20 gli aminoacidi essenziali e non essenziali in proporzione ottimale in una forma biodisponibile e vitamine e minerali in forma ben assimilabile.

È un’eccellente fonte di acidi grassi Omega 3 e Omega 6 in rapporto bilanciato, in grado di inibire gli stati infiammatori e i disturbi cardiocircolatori ed è inoltre ricchissima di vitamine del gruppo B e della meno conosciuta vitamina K. Infine, contiene numerosi pigmenti antiossidanti e carotenoidi, fra cui alpha e gamma-carotene, che esplicano importanti funzioni anti-tumorali, antivirali e anti-invecchiamento.

Secondo numerose ricerche e studi scientifici, alla microalga Klamath sono attribuibili diverse proprietà terapeutiche:

- Nell’area immunitaria svolge un importante ruolo di riduzione della produzione di radicali liberi e del livello di infiammazione generale dell'organismo. Diversi studi dimostrano come sia in grado di portare, entro due ore dall’assunzione, alla migrazione del 40% (quasi un miliardo) dei linfociti-T o Natural Killer Cells dal sangue verso organi e tessuti: quest’importante scoperta la categorizza come sostanza immunomodulatrice, anziché immunostimolatrice;

- Nell’area antinfiammatoria la Klamath grazie alle ficocianine, fitonutrienti responsabili del colore azzurro-verde delle alghe, è in grado di inibire sia le COX-2 che l'enzima fosfolipasi A2, anch'esso coinvolto nel meccanismo di produzione delle PGE2. È stato dimostrato inoltre che le ficocianine siano in grado di inibire anche la lipossigenasi, enzima promotore di leucotrieni, responsabile di varie forme infiammatorie, tra cui l'asma e la colite;

- Nell’area metabolica, grazie alla sua funzione sul metabolismo dei grassi e dei glucidi, può essere utilizzata come alleata nella perdita di peso.

Grazie al suo elevato contenuto di feniletilammina, è utilissima inoltre nell’area neurologica per i suoi effetti positivi sulla regolazione dell’umore e, in particolar modo, aiuta a combattere la depressione. Non ultimo, questa molecola è in grado di intervenire sul meccanismo re-uptake della dopamina, monoamina che agisce come neurotrasmettitore anoressizzante.

Infine è in grado di apportare grandi benefici anche a livello topico, grazie alla somiglianza della parete delle sue cellule con quella delle cellule del derma umano: questo le permette di essere accettata e mandata fino negli strati più profondi della pelle, andando ad apportarle un effettivo nutrimento. Per di più, funge anche da veicolante naturale permettendo ad altre molecole fondamentali per il benessere della pelle a lei associate di arrivare ad una profondità a cui, con la sola applicazione topica, normalmente non arriverebbero.

Quest’ultimo aspetto non fa che sottolineare come la microalga Klamath si meriti la sua corona: un vero superfood a 360 gradi capace di nutrirci sia dall’interno che dall’esterno.

 

Valter Gambone

Esperto in riorganizzazione aziendale e in start up, negli ultimi venti anni ha diretto aziende nel settore del naturale, della nutraceutica e della fitoterapia, dove ha acquisito una significativa esperienza nella formulazione di prodotti ad uso topico e sistemico. 

Appassionato di nutrizione funzionale, attualmente è Amministratore Delegato di Arkavita srl, una start-up nel settore della nutricosmetica verde e dell'integrazione alimentare, che nasce dal suo desiderio di proporre un progetto altamente innovativo e assolutamente naturale e funzionale.

 



Leggi anche

← Post meno recenti Nuovi post →