Aggiungi al carrello Coming soon Non disponibile Acquista Vai al carrello Chiudi il carrello Il tuo carrello è vuoto Continua a navigare qui

La salute nel nostro orto: un viaggio tra i superfood made in Italy

Postato da Valter Gambone

Piacersi, sentirsi bene nel proprio corpo, apprezzare il vigore dei propri muscoli, la tonicità della pelle, il volume dei capelli. Un desiderio legittimo, a qualsiasi età, perché la bellezza è l'espressione di uno stato di armonia e salute. La vera bellezza non è mai artificiale, ma - come ci insegna la scienza - funzionale: spesso quelli che noi consideriamo difetti o inestetismi (come le rughe, la pancia, la cellulite, i capelli sfibrati) altro non sono che sintomi esteriori di problemi di salute più vasti, che possono essere affrontati e corretti. In primo luogo con la giusta alimentazione. Accanto ai molti cibi che già conosciamo per le loro proprietà benefiche, esistono dei supercibi e degli integratori in grado di agire con sorprendente efficacia sul nostro organismo e di restituirci forma, bellezza e salute. Anche gli effetti, così temuti, del passare del tempo, non sono affatto inesorabili: l'invecchiamento può essere rallentato.

La chiave di volta per contrastarlo, e addirittura prevenirlo, sta sempre nell'adozione degli alimenti giusti e di un corretto stile di vita.

Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”.

Parole di Ippocrate, medico e padre della medicina moderna che oggi, nell’era del cibo industriale, ben si integrano con il bisogno di tornare ad abitudini salutari.

Negli ultimi decenni abbiamo vissuto il boom dei cibi confezionati e industrializzati, avvenuta in un momento in cui, presi dalla corsa al denaro e alla realizzazione di noi stessi, il tempo da dedicare alla tavola è sempre meno. Come dice il vecchio proverbio, però, avere “la botte piena e la moglie ubriaca” non è sempre possibile, proprio come pensare di avere allo stesso tempo comodità, appagamento e salute in un unico pasto.

A causa della salute, della stanchezza o semplicemente di qualche kg di troppo, ultimamente sempre più persone si stanno avvicinando al concetto di alimentazione biologica e naturale. In rete spopolano soluzioni per uno stile di vita salutare e informazioni sui macronutrienti e valori nutrizionali degli alimenti. Tra gli scaffali dei supermercati, nei fast food e addirittura nelle pasticcerie cominciano ad apparire, sempre più frequentemente, ingredienti e alimenti salutari dalle mille proprietà, capaci di comportarsi come dei veri e propri supereroi dell’alimentazione moderna, anche se, come vedremo, di moderno hanno ben poco.

Ma cosa sono questi superfood di cui tanto si sente parlare?

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza e di capire cosa contraddistingua questi supercibi da quelli più comuni.

Innanzitutto con il termine superfood si indicano quei cibi che presentano almeno una decina (non una o due) di proprietà particolarmente vantaggiose per la salute e il benessere. In generale, sono ricchi di fitonutrimenti, vitamine, minerali, fibre e antiossidanti, in grado di apportare diversi benefici, tra cui :

  • Regolare il metabolismo dei lipidi
  • Proteggere dalle malattie cardiovascolari
  • Contribuire alla prevenzione dei tumori
  • Ridurre le infiammazioni e migliorare la digestione
  • Proteggere dall’accumulo di tossine
  • Diminuire il colesterolo
  • Depurare e alcalinizzare l’organismo

Questi supercibi sono allo stesso tempo cibo e medicina e fanno parte della categoria di cibi più potenti, prodigiosi e superconcentrati del pianeta. Soddisfando e superando il nostro fabbisogno di proteine, vitamine e gliconutrienti, nutrono davvero in profondità le nostre cellule.

Vi starete chiedendo  quanti studi e quanto lavoro sia stato fatto per sintetizzare questi super alimenti, ma la verità questa volta è che non ci siamo inventati nulla di nuovo.

I superfood sono alimenti presenti in natura, che crescono spontaneamente nelle più diverse parti del mondo e il cui utilizzo viene da molto lontano. Così lontano da noi che a volte ci dimentichiamo che ogni territorio è in grado di offrire antichi supercibi con le caratteristiche che meglio si adattano alle popolazioni che lo abitano.

Vi siete mai chiesti perché alcuni cibi crescano in alcune parti del mondo piuttosto che in altre?

E se esistessero dei superfood made in Italy?

Alla parola superfood siamo ormai abituati ad associare alimenti quali i semi di chia, il caffè verde, i fagioli azuchi, lo zenzero, la quinoa, le bacche di goji: tutti alimenti che in gran parte provengono da paesi come India e Cina che, è bene non dimenticare, si trovano ai vertici mondiali per i rischi di contaminazione alimentare.

Di antichi superfood a rischio di estinzione e poco conosciuti anche il nostro bel paese è ricco, dalle carote viola alla cipolla rossa di Cavasso, dal mais corvino alla barbabietola. Abbiamo provato a riscoprire questi antichissimi e preziosi alimenti, ancora strettamente legati ai territori in cui sono nati e continuano a crescere. Nelle prossime settimane ve li presenteremo uno ad uno, facendovi conoscere tutte le loro proprietà preziose per la salute.

 

Valter Gambone

Esperto in riorganizzazione aziendale e in start up, negli ultimi venti anni ha diretto aziende nel settore del naturale, della nutraceutica e della fitoterapia, dove ha acquisito una significativa esperienza nella formulazione di prodotti ad uso topico e sistemico.

Appassionato di nutrizione funzionale, attualmente è Amministratore Delegato di Arkavita srl, una start-up nel settore della nutricosmetica verde e dell'integrazione alimentare, che nasce dal suo desiderio di proporre un progetto altamente innovativo e assolutamente naturale e funzionale.



Leggi anche

← Post meno recenti Nuovi post →