Aggiungi al carrello Coming soon Non disponibile Acquista Vai al carrello Chiudi il carrello Il tuo carrello è vuoto Continua a navigare qui

5 semplici mosse per non ingrassare in vacanza

Postato da Debora Cantarutti il

Le tanto attese vacanze rappresentano non solo un momento di relax e meritato riposo, ma anche il periodo dell'anno in cui è più facile prendere peso. Proprio durante le ferie, infatti, capita di frequente di lasciarsi un po' andare a tavola, consumando cibi o bevande che favoriscono l'accumulo di grasso. Così, una volta tornati a casa, ci troviamo a fare i conti con l'aumento del giro vita e qualche chilo di troppo.

Basta seguire questi pochi semplici consigli, però, per mantenere la linea, oppure addirittura per sfruttare le vacanze per perdere quei due chili che proprio non si riesce a mandare via.

Il primo passo è ovviamente fare movimento. Durante le vacanze, quando si è più liberi dagli impegni quotidiani, è bene ritagliarsi qualche momento per delle passeggiate sulla battigia (aiutano a rassodare i muscoli delle gambe e a combattere i ristagni di liquidi) oppure, nel caso non si scelga di andare al mare, per dedicare del tempo a escursioni all’aria aperta.

 

Attivare i geni del dimagrimento e tenersi in forma in vacanza: le 5 regole d’oro

1. Bere, acqua? Non solo!

Il gran caldo e l'aumento della sudorazione ci fanno spesso sentire stanchi e spossati. Il malessere che si accusa nelle giornate particolarmente calde non dipende sempre solo dall'afa, ma soprattutto dalla carenza di sali minerali come potassio e magnesio, che vengono persi proprio con la sudorazione. Prima di ricorrere ai classici integratori, che purtroppo sono stracarichi di edulcoranti, possiamo intervenire bevendo più acqua durante la giornata oppure assumendo maggiori quantità di liquidi sotto forma di centrifugati, frullati o spremute. Queste bevande ci aiuteranno a recuperare non solo i sali minerali persi con la sudorazione ma anche delle preziosissime vitamine in grado di contrastare lo stress ossidativo generato dall'esposizione ai raggi solari.

Per evitare di assumere troppi zuccheri semplici, l'ideale sarebbe preparare dei centrifugati abbinando sempre frutta e verdura. La verdura, infatti, grazie all'assenza di zuccheri e all'alto tenore di fibre, apporta all'intestino fibre solubili che aiutano a far crescere la flora batterica buona e a frenare l'indice glicemico della frutta. Alcune associazioni, inoltre, aiutano il drenaggio dell'organismo e svolgono una mirata azione detoxpesche nettarine, albicocche, cocomero, papaia, si possono abbinare a carote, sedano e cetriolo o finocchi. Spazio alla fantasia, ma ricordate di non aggiungere mai zucchero.

Da evitare anche le bevande light o i tè freddi presenti in commercio, perché sono ricchi di edulcoranti e, anche nella versione con fruttosio, rappresentano un attentato alla linea. Il consumo di fruttosio, infatti, se non accompagnato da intensa attività fisica, causa subito la formazione di depositi adiposi. Quando viene voglia di una bibita, quindi, meglio prepararsi il tè freddo in casa, utilizzando tè verde o il matcha.

2. Pasti regolari, leggeri ed equilibrati

La chiave per rimanere in forma è iniziare la giornata con una bella e gustosa colazione. Chi è a dieta può prepararsi un delizioso porridge mettendo a bagno 2-3 cucchiai di fiocchi di miglio, di grano saraceno o di avena in 80 ml di latte di mandorla o di cocco senza aggiunta di zuccheri. Basta lasciarlo riposare tutta la notte in frigorifero e poi completare il tutto con dei pezzetti di frutta fresca di stagione e una cucchiaiata di frutta secca (mandorle, nocciole o semi di canapa decorticati): si otterrà una colazione super nutriente e ricca di sostanze, in grado di farci iniziare la giornata con il giusto slancio. 

Per pranzo privilegiate le insalate, specialmente quelle con aggiunta di cetriolo e cipolla rossa. Il cetriolo, infatti, è una delle verdure più ricche di potassio e di sostanze in grado di alcalinizzare l'organismo, mentre la cipolla rossa, a differenza di quella bianca o gialla, è ricchissima di quercitina, un fitonutriente in grado di attivare i geni del dimagrimento.

Quando si sente un po' di fame tra un pasto e l'altro, bisogna cercare di optare per degli spuntini leggeri come carote, finocchi, qualche noce oppure 3-4 prugne secche. A differenza di quanto si crede, le prugne secche non fanno ingrassare, ma, secondo recenti studi, agevolano il dimagrimento e soprattutto aiutano a regolare l'attività intestinale, che in vacanza può risentire del cambiamento di abitudini o di orari.

 

3. No a fritti e a condimenti eccessivi

Il caldo aiuta a stare alla larga dai cibi pesanti, ma basta un semplice condimento a base di maionese per sovraccaricare il nostro organismo. Se proprio non si riesce a farne a meno, si può preparare una maionese più leggera frullando 30-40 ml di panna di soia con olio di riso oppure di soia, qualche goccia di succo di limone, un cucchiaino di curcuma in polvere, pochissimo sale e un cucchiaino di senape. Si otterrà così una salsa dotata di proprietà antinfiammatorie e soprattutto in grado di veicolare al meglio l'assorbimento dei nutrienti presenti nelle insalate o nei piatti a base di pesce.

 

4. Limitare il consumo di alcolici

Complici le uscite con gli amici o gli inviti a cena, in vacanza  aumenta il consumo di aperitivi e vino: questo favorisce l’aumento di peso, soprattutto se ci si lascia attirare da snack non sani come patatine e noccioline salate. Per capire quanto gli alcolici impattino sulla linea, basta tenere a mente che ogni grammo di alcol apporta 7 kilocalorie e circa un grammo di zucchero (4 kilocalorie): più è alta la gradazione alcolica dei drink, più aumentano le calorie che ingeriamo più o meno inconsapevolmente.

Quelle dell'alcol, inoltre, sono calorie "vuote" (prive di sostanze nutritive) e per questo difficilmente smaltibili attraverso lo sport o la dieta alimentare.

Il consumo di alcolici causa quindi un rapido accumulo adiposo e l’accentuarsi degli inestetismi della cellulite, perché l'alcol disidrata l'organismo e favorisce l’aumento di gonfiori e ritenzione idrica.

 

5. Sì a cotture semplici a casa e al ristorante

Anche in vacanza bisogna cercare di mantenere la buona abitudine di iniziare sempre il pasto con un'abbondante insalata, abbinandola a pesce o carne alla griglia.

Quando  vogliamo concederci una pizza, mangiare prima l'insalata o delle verdure alla griglia aiuterà a controllare i grassi della mozzarella e a ridurre l'apporto di sodio, che causa una spiacevole sensazione di gonfiore. Infine, meglio dimenticarsi del pane a tavola: l'accoppiata pane + vino o birra, soprattutto se seguita da un primo piatto, rappresenta il modo più veloce per prendere peso.

Evitiamo infine di farci tentare dai meravigliosi buffet offerti nei villaggi turistici o negli alberghi, perché ci fanno rapidamente perdere il senso di quanto stiamo mangiando. Anche in questo caso, si tratta di scegliere i cibi giusti: osservare sempre la regola di iniziare il pasto con verdura cruda o cotta al vapore, evitando di aggiungere salse o condimenti e di accompagnare il pasto con pizzette o focaccine.

 

Drenare e depurare l’organismo: un aiuto alla linea in due semplici step

Step 1: l’azione detox di alkemy EN 5.0 FIX                       

Detossina l'organismo con i gemmoderivati di olmo e segale, stimola il sistema linfatico con le gemme della noce, favorisci la diuresi e la funzionalità renale con le gemme di betulla bianca

Step 2: le proprietà drenanti di alkemy EN 5.1 FLOW

Elimina le scorie e favorisci un ricambio generale a livello di fegato e reni con l'azione dei giovani getti del ginepro, dai sollievo a gambe gonfie e pesanti, edemi ed emorroidi doloranti con il gemmoderivato dell'ippocastano, che svolge anche un’azione flebotonica e vasoprotettrice

 

 

La posologia prevede l'assunzione di 25 gocce due volte al giorno in poca acqua, preferibilmente lontano dai pasti. Chi solitamente beve poco, può diluire 25 gocce in ½ lt di acqua due volte al giorno.

 

Debora Cantarutti

Divulgatrice scientifica, consulente nutrizionale esperta di nutraceutica e nutrigenomica. Docente per Sapere Academy (Milano) e ricercatrice indipendente Superfoods.  Master in Nutrizione Metodo Molecolare. Ideatrice e responsabile del progetto Scienza&Gusto. Socia del GSA, Giornalisti Specializzati Associati di Milano. 

È membro attivo del progetto Quartieri Tranquilli ideato da Lina Sotis, dove presta attività di consulenza ai cittadini per promuovere il corretto stile di vita in ambito nutrizionale. Relatrice nei showcooking organizzati per Expo 2015 e per la Milano Food Week.



Leggi anche

← Post meno recenti Nuovi post →