Aggiungi al carrello Coming soon Non disponibile Acquista Vai al carrello Chiudi il carrello Il tuo carrello è vuoto Continua a navigare qui

I segreti della dieta anti-aging: come proteggere le tue cellule e favorire la sintesi di collagene per contrastare l'invecchiamento

Postato da Debora Cantarutti

Un regime alimentare equilibrato è in grado di agire favorevolmente su tutto il metabolismo, sull’umore, sul sistema immunitario e sulla riduzione dello stato infiammatorio generale, ma soprattutto è in grado di fermare l’invecchiamento cutaneo. Come? Agendo dall’interno, grazie a un’alimentazione antinfiammatoria e grazie ai cibi utili a fermare l’ossidazione cellulare e i picchi d’insulina nel sangue, dovuti a pasti ricchi di zuccheri semplici o troppo ricchi di grassi saturi.

È fondamentale, quindi, scegliere proteine di alta qualità che possono essere anche di origine vegetale: i broccoli, per esempio, sono estremamente ricchi di proteine e sostanze antiossidanti.

Broccoli

A questi aggiungiamo i semi di canapa decorticati o la farina ottenuta dai semi, che contengono tutti gli aminoacidi essenziali e un equilibrio ottimale di acidi grassi omega 3, 6 e 9, fondamentali per controllare l’infiammazione e per nutrire le pareti cellulari. Anche i semi di chia, ricchissimi di calcio e di acidi grassi Omega 3, contengono tutto il profilo di aminoacidi. Tra gli alimenti di origine animale, meglio privilegiare il consumo settimanale di salmone selvaggio, perché ricco di omega 3 e di astaxantina, prontamente disponibile per l’organismo.

A ogni pasto va inserita un’adeguata quantità di carboidrati complessi: si possono trovare nei cereali integrali, nel riso basmati integrale, venere o rosso, nella quinoa, nell’amaranto, nell’orzo (particolarmente indicato per le persone affette da diabete) o nell’avena (ricca di betaglucani che frenano l’assorbimento intestinale di zuccheri, colesterolo e grassi saturi). La presenza di fibre idrosolubili crea nell’intestino un gel protettivo e favorisce i processi depurativi.

Basmati

Costruire un piatto in chiave anti-aging significa associare sempre all’insalata verde, che dovrà essere sminuzzata il più possibile, verdure fresche ricche di vitamine antiossidanti come peperoni (per chi li tollera), carote, ravanelli, prezzemolo, pomodori, rucola, songino e spinaci freschi. Per aumentare la quota di proteine del piatto è possibile spargervi sopra semi di canapa decorticati, semi di zucca, semi di sesamo, mandorle, anacardi, noci. È un’ottima idea aggiungere anche germogli di ravanello, di porro, di alfa alfa, di fagiolo.

Per favorire la sintesi di collagene e la protezione dall’azione nociva dei radicali liberi è fondamentale introdurre ogni giorno cibi ricchi di vitamina C e, se non si raggiunge una dose adeguata, è possibile integrare la dieta con la polpa del frutto di baobab, disponibile nei negozi biologici.

Baobab

In generale, tutti gli alimenti dovrebbero essere biologici, privi di edulcoranti o conservanti, da accompagnare a molta acqua, preferendo quelle a elevato pH (superiore a 7,5/8). Al contrario, va eliminato lo zucchero e tutto ciò che lo contiene, in quanto responsabile dell’invecchiamento cellulare e della perdita di elasticità della pelle a causa del fenomeno di glicazione in cui, legandosi alle proteine, distrugge collagene ed elastina.

 

LA SOLUZIONE PER REINTEGRARE ACIDO IALURONICO E COLLAGENE CON UN GESTO QUOTIDIANO

L’acido ialuronico dell'integratore alimentare alkemy IN 0.1 FEED è ad alto peso molecolare, ottenuto da fermentazione batterica e non da fonti animali. Fino agli anni ’70, l’acido ialuronico era estratto dalle creste di gallo mentre oggi, grazie alle biotecnologie, si è riusciti a ottenere un prodotto privo di effetti allergenici.

alkemy IN 0.1 integratore alimentare di acido ialuronico ad alto peso molecolare e collagene

L’acido ialuronico, grazie alla sua struttura formata da lunghe catene di acido glucuronico e di N-acetilglucosammina, rappresenta uno dei principali componenti del tessuto connettivo; è naturalmente dotato di elevata solubilità in acqua ed è in grado di garantire idratazione dei tessuti, proteggendoli da tensioni e sollecitazioni eccessive.

È presente in elevate concentrazioni nellumor vitreo che, essendo un tessuto connettivo gelatinoso trasparente, non vascolarizzato, perde con l’avanzare dell’età la sua parte acquosa.

Nessun’altra sostanza biologica è in grado di idratare in profondità come l’acido ialuronico, per questi motivi migliora lo stato d’idratazione della pelle e ne preserva l’elasticità, agendo al contempo da ottimo agente antiossidante.

L’altro componente di alkemy IN 0.1 FEED è il collagene marino, presente in tutte le strutture di sostegno del nostro organismo. Il collagene idrolizzato ha dimostrato di essere maggiormente assorbito a livello intestinale. La sua integrazione stimola la produzione di collagene endogeno, migliora la flessibilità e la resistenza dei tessuti e rallenta il precoce invecchiamento cutaneo, con riduzione marcata dei segni del tempo.

Consigli d’uso: assumere quotidianamente fino a 60 gocce, in poca acqua. È possibile utilizzare il prodotto anche per via sublinguale, in quanto del tutto insapore.

Clicca qui per scoprire di più sull'integratore IN 0.1 FEED

 

Debora Cantarutti

Divulgatrice scientifica, consulente nutrizionale esperta di nutraceutica e nutrigenomica. Docente per Sapere Academy (Milano) e ricercatrice indipendente Superfoods.  Master in Nutrizione Metodo Molecolare. Ideatrice e responsabile del progetto Scienza&Gusto. Socia del GSA, Giornalisti Specializzati Associati di Milano. 

È membro attivo del progetto Quartieri Tranquilli ideato da Lina Sotis, dove presta attività di consulenza ai cittadini per promuovere il corretto stile di vita in ambito nutrizionale. Relatrice nei showcooking organizzati per Expo 2015 e per la Milano Food Week.



Leggi anche

← Post meno recenti Nuovi post →