Aggiungi al carrello Coming soon Non disponibile Acquista Vai al carrello Chiudi il carrello Il tuo carrello è vuoto Continua a navigare qui

Guida agli enzimi: cosa sono, dove trovarli, come aiutano il metabolismo e la digestione migliorando il benessere del tuo organismo

Postato da Debora Cantarutti il

È opportuno consumare crudi gli alimenti ricchi di enzimi – come la frutta, i germogli e gli ortaggi – e sceglierli tra quelli più colorati, perché dotati di molecole accessorie come i fitocomposti. Gli enzimi sono indispensabili nel velocizzare tutte le reazioni cellulari e sopperire a una loro carenza, riscontrabile nei soggetti che, seguendo un’alimentazione ricca di cibi raffinati, possono soffrire di stanchezza e difficoltà a perdere peso.

Una dieta ricca di alimenti freschi e sostanze funzionali come gli enzimi aiuta a ridurre il gonfiore addominale, ad asciugare glutei e cosce e a riattivare il metabolismo che talvolta è rallentato a causa della tipica alimentazione moderna, composta per lo più da cibi nocivi e a lunga conservazione.

alkemy ragazza cascata

Tutti i processi digestivi avvengono grazie alla presenza di  numerosi enzimi (fino a 26 enzimi digestivi possono essere rilasciati ogni volta che consumiamo un pasto) e diviene essenziale, in presenza dei disturbi sopra menzionati, aggiungere a ogni pasto alimenti ricchi di questi principi vitali.

Gli enzimi sono molecole di natura proteica presenti in ogni essere vivente. Il loro ruolo è quello di velocizzare tutte le reazioni che avvengono nell’organismo. Noi tutti conosciamo l’importanza funzionale degli enzimi digestivi, basti pensare che già durante la masticazione del cibo avviene una pre-digestione grazie alla presenza degli enzimi della saliva, ma ve ne sono di specifici nello stomaco, nel pancreas, nel fegato e nell’intestino. Una loro carenza determina fenomeni di intolleranze alimentari: in tale condizione le molecole presenti nel cibo che abbiamo ingerito, in particolare la componente proteica, non vengono adeguatamente scomposte in parti più piccole adatte all’assorbimento a livello dell’intestino tenue. Questo determina, nel tempo, un'infiammazione a livello dei villi intestinali a cui seguirà gonfiore, inadeguata produzione di vitamine del gruppo B, indebolimento del sistema immunitario.

Pertanto, se siamo carenti di enzimi o non li percepiamo in quantità adeguate, la nostra digestione diventerà più lunga e laboriosa e il corpo accumulerà scorie e gonfiore.
Seguire un’alimentazione ricca di sostanze vitali e cibi crudi consente di allungare la nostra aspettativa di vita. Questo permette al nostro organismo di risparmiare energia e di aiutare l’attività pancreatica.

DOVE TROVIAMO GLI ENZIMI?

NELLA VERDURA

vegetable vegan product

  • Broccoli
  • Verdure a foglia verde (spinacini novelli, lattuga romana, cavolo nero, songino)
  • Finocchi
  • Carote
  • Cipolle
  • Zucchine
  • Cetrioli
  • Pomodori
  • Peperoni.

NELLA FRUTTA

papaya enzimi peeling

  • Papaya: ricchissima di betacarotene e dell’enzima papaina (dotato di azione proteolitica), aiuta a migliorare la digestione.

  • Ananas: il suo enzima, la bromelina, non solo favorisce la scomposizione delle proteine ingerite durante il pasto, ma aiuta a combattere la ritenzione idrica.

  • Fragole: sono ricche di enzimi in grado di attivare il metabolismo dei grassi.

  • Kiwi: contengono actinidina, un enzima davvero particolare che non si trova in nessun altro frutto. Questa sostanza ha proprietà proteolitiche che possono essere sfruttate anche per rendere più morbida la carne prima della cottura. Basta far riposare la fettina di carne per circa 20 minuti dopo aver posizionato su entrambi i lati qualche fettina di kiwi. La carne risulterà molto tenera, pronta per essere cotta arrosto o ai ferri.

ALTRI ALIMENTI RICCHI DI ENZIMI

Germogli freschi vari; centrifugati di frutta e verdura; cibi fermentati come kefir, tamari, tofu, miso, prugne umeboshi; zenzeromiele biologico, semi oleaginosi (noci, mandorle, pistacchi).

In generale, questi alimenti dovrebbero essere consumati all’inizio del pasto in un’insalata. Questo accorgimento consente di migliorare la digestione, di sgonfiare lo stomaco e l’intestino, di prevenire i fenomeni di fermentazione e putrefazione, di consentire un’adeguata riattivazione del metabolismo cellulare e, quindi, la mobilizzazione delle scorie accumulate nei tessuti.

LA PAPAIA IN NUTRICOSMETICA

Presentato in anteprima nel corso del Cosmofarma 2016 appena concluso, alkemy ES 3.3 peeling enzimatico è una crema innovativa con effetto esfoliante a base di materie prime vegetali.

alkemy 3.3 peeling enzimatico

Questo prodotto, dalla consistenza cremosa e delicatamente profumato, combina l’azione della papaina, enzima naturalmente presente nella papaya, a sottili microsfere ottenute dalla macinazione del guscio della noce di cocco e all’oleolita di bardana (dalle note proprietà astringenti e depurative). Il mix di questi preziosi ingredienti aiuta a eliminare delicatamente le cellule morte dagli strati superiori della pelle senza arrecare irritazione anche nelle pelli più delicate e sensibili.

La presenza di microalga Klamath aiuta a idratare a fondo e, insieme al burro di cacao, all'olio di germe di grano e di macadamia, dona al viso un aspetto più luminoso e omogeneo.

È ideale per le pelli grasse o con inestetismi cutanei, aiuta a preparare la pelle a migliorare l’assorbimento delle sostanze funzionali presenti nei trattamenti successivi, favorisce l’ossigenazione dei tessuti e uniforma l’incarnato, agendo anche sulle macchie cutanee.

1-2 volte alla settimana applicate una piccola quantità di prodotto su viso asciutto o leggermente inumidito, massaggiando delicatamente ed evitando la zona perioculare.

Clicca qui per scoprire di più su alkemy ES 3.3

 

Debora Cantarutti

Divulgatrice scientifica, consulente nutrizionale esperta di nutraceutica e nutrigenomica. Docente per Sapere Academy (Milano) e ricercatrice indipendente Superfoods.  Master in Nutrizione Metodo Molecolare. Ideatrice e responsabile del progetto Scienza&Gusto. Socia del GSA, Giornalisti Specializzati Associati di Milano. 

È membro attivo del progetto Quartieri Tranquilli ideato da Lina Sotis, dove presta attività di consulenza ai cittadini per promuovere il corretto stile di vita in ambito nutrizionale. Relatrice nei showcooking organizzati per Expo 2015 e per la Milano Food Week.

 



Leggi anche

← Post meno recenti Nuovi post →